Lu neu, un’opera da camera dedicata al compositore trapanese Antonio Scontrino

Troppo italiano per essere tedesco, troppo tedesco per essere italiano davvero”, questo riportavano le cronache del tempo parlando del contrabbassista e compositore trapanese Antonio Scontrino che, fra la seconda metà dell’Ottocento e i primi del Novecento, si dedicó alla scrittura operistica, da camera e alla musica strumentale.
Martedì 20 e mercoledì 21 dicembre scorsi, negli spazi della Chiesa di San Nicola a Trapani, il Luglio Musicale Trapanese, in occasione del centenario della morte di Antonio Scontrino, ha messo in scena l’opera da camera “Lu Neu ovvero Tutturintra”, unica nel suo genere, una prima assoluta nazionale liberamente ispirata all’opera mai realizzata “Lu Neu”, con libretto di Luigi Capuana. Musiche di Fabio Correnti, Maurizio Maiorana, Salvatore Passantino. Regia di Fabrizio Lupo.
Un moderno tripudio di tradizioni musicali siciliane fra Trapani e Palermo, lungo il gran tour fantastico di Antonio Scontrino, giovane contrabbassista-compositore tedesco appena tornato in Sicilia, sua terra d’origine.
Un pastiche contemporaneo divertente che nella fantasia del regista ha assunto la forma del ‘tutto dentro’ d’ortaggi dove gli ingredienti, senza perdere la loro identità, magicamente si mescolano in un tripudio di colori e sapori.
Momenti musicali, immagini visive, scenografie e costumi originali, un vortice di travestimenti e incastri condotti dal narratore/cantastorie nello spirito carnevalesco della Commedia del Regno delle due Sicilie.

Un’opera da camera del Luglio Musicale Trapanese ideata e messa in scena grazie alla nuova sinergia fra importanti istituzioni musicali e culturali siciliane: il Conservatorio di Musica “Antonio Scontrino” di Trapani, il Conservatorio di Musica “Alessandro Scarlatti” di Palermo, il Conservatorio di Musica “Arturo Toscanini” di Ribera, l’Istituto di Cultura Italo-Tedesco di Trapani con il Goethe-Institut Italien, l’Associazione “AreaSud” di Catania, l’Accademia di Belle Arti di Palermo, l’Associazione culturale Alf Leila.

Oltre trenta i protagonisti sulla scena, un ensemble strumentale e il coro dei Conservatori di Trapani, Palermo e Ribera. Il direttore d’orchestra sarà Fabio Ciulla. Il coordinamento del progetto per i Conservatori di Trapani e Palermo è di Ugo Guagliardo e Consuelo Giglio, tra i principali studiosi del noto musicista siciliano.
La 74a Stagione Lirica è organizzata dal Luglio Musicale Trapanese con il sostegno del Ministero della Cultura, della Regione Siciliana e del Comune di Trapani, in collaborazione con l’Unione Maestranze.
Pubblicità
Questa voce è stata pubblicata in Articoli. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.