Mostra antologica delle partiture musicali verdiane presso la University of Santo Tomas – Manila

Foto: VIVA VERDI 1813-2013

Giuseppe Verdi, the Composer, the Man, the Patriot

L’esposizione si compone della MOSTRA ANTOLOGICA DELLE PARTITURE MUSICALI VERDIANE dell’Accademia Nazionale d’Arte Antica e Moderna di Roma e di quella VERDI POSSIDENTE COSTRUTTORE SAPIENTE OSPITE abbinata all’omonima brochure e al dvd “Il restauro dei luoghi verdiani” della Regione Emilia-Romagna.

QuandoUniversity of Santo Tomas – Manila
dall’1 al 31 gennaio 2014

Mostra antologica delle partiture musicali verdiane

In occasione del secondo centenario della nascita di Giuseppe Verdi, l’Accademia Nazionale d’Arte Antica e Moderna di Roma ha organizzato una mostra dedicata agli artisti che hanno realizzato le più importanti copertine di partiture originali delle opere di Giuseppe Verdi, dal 1839 al 1893.
Il progetto, avviato da più di un anno, impiegato per la ricerca e l’acquisizione degli spartiti musicali di opere verdiane illustrati da grandi maestri e da artisti meno conosciuti, propone al grande pubblico una rivisitazione della musica attraverso il rapporto con le arti figurative. 
Con questa mostra, l’associazione intende celebrare il secondo centenario della nascita di Verdi con una tematica che non sia quella prettamente concertistica o biografica, ma presenti, attraverso l’immagine, un aspetto poco conosciuto della diffusione della sua musica. Il progetto ha permesso la scoperta di artisti di talento ma poco conosciuti dal grande pubblico, coinvolgendo il settore pubblico della gestione dei beni culturali per la promozione dell’Italia all’estero. 
La mostra segue un percorso cronologico presentando tutte le copertine degli spartiti delle 28 opere insieme alla Messa da Requiem per Manzoni e all’Ave Maria di Dante, in diverse edizioni non solo italiane.
Le tecniche di stampa utilizzate comprendono la xilografia, la litografia, l’acquaforte e la cromolitografia. L’editore è quasi sempre lo Stabilimento Ricordi, seppure non sia raro  trovare all’estero editori concessionari. Gli artisti che hanno illustrato le copertine degli spartiti verdiani facevano quasi tutti parte dell’atelier grafico della Ricordi, diretto da Tito I Ricordi, esperto litografo e stampatore. Anche suo figlio Giulio disegnò alcune copertine, fra le quali il frontespizio della celebre prima edizione dell’Aida. In questo gruppo di disegnatori emersero le figure di Francesco Ratti, Roberto Focosi, Alfredo Edel e Adolf Hohenstein.L’esposizione è a cura di Stefano Liberati e Dario F. Marletto ed è promossa e organizzata dall’Accademia Nazionale d’Arte Antica e Moderna, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e del Comitato Nazionale per le Celebrazioni del Bicentenario verdiano, viene realizzata in collaborazione con l’Unione Europea Esperti d’Arte onlus, il Ministero degli Affari Esteri, la Regione Emilia-Romagna, la Biblioteca Nazionale Braidense e la Città di Rivoli e circuiterà nel corso del 2013 attraverso la rete mondiale delle Rappresentanze Diplomatiche e Culturali del Ministero degli Affari Esteri.

VERDI POSSIDENTE COSTRUTTORE SAPIENTE OSPITE

Per concludere le celebrazioni del Bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi  l’Istituto Italiano di Cultura in collaborazione con l’Assessorato Cultura della Regione Emilia-Romagna e il Comitato Verdi 200, presenta  una speciale conferenza-degustazione Variazioni del Gusto: composizioni culinarie di Giuseppe Verdi: una panoramica sull’evoluzione del concetto di gusto e sulle abitudini culinarie e gastronomiche nell’Europa dell’800 della Prof. Ilaria Dioli dell’ Universita’ Cattolica in Piacenza.
La conferenza si terrà durante la cena realizzata con ricette originali di Verdi.

Questo evento unico darà ai commensali l’opportunità di scoprire l’evoluzione del gusto Italiano nell’800 in Italia e la passione di Giuseppe Verdi per il cibo, le ricette e i prodotti delle sue terre.

Nell’occasione viene anche esposta la mostra dell’Assessorato Cultura della Regione Emilia-Romagna Giuseppe Verdi possidente, costruttore e sapiente ospite (testi di Corrado Mingardi, Ilaria Dioli e Pier Luigi Cervellati) che illustra aspetti inediti della straordinaria e poliedrica personalità del Cigno di Busseto e il libretto omonimo con il DVD Il Restauro dei Luoghi verdiani: da Roncole a Sant’Agata passando da Busseto (di Altair 4 Multimedia e testi di Pier Luigi Cervellati).

Verdi 200 - Home page
Questa voce è stata pubblicata in Musica, Opera e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.