ANNO VERDIANO: OTELLO a Salerno

Il Teatro Verdi di Salerno presenta:

opera

Otello

Musica di Giuseppe Verdi

Dramma lirico in quattro atti. Libretto di Arrigo Boito dal dramma omonimo di Shakespeare

Prima rappresentazione: Milano, Teatro alla Scala, 5 febbraio 1887

Illustrazioni: Rafal Olbinski

Venerdì 6 dicembre ore 21.00 Turno B
Domenica 8 dicembre ore 18.30 Turno C
Martedì 10 dicembre ore 21.00   Turno A

Direttore d’Orchestra Francesco Ivan Ciampa
Regia Tiziano Mancini
 Scene  Flavio Arbetti
Maestro del Coro delle voci bianche Silvana Noschese
Personaggi Interpreti  
Otello Gregory Kunde  
Desdemona Dimitra Theodossiou  
Jago Renato Bruson  
Cassio Domenico Menini  
Emilia Natasha Ershova  
Ludovico Carlo Striuli  
Montano/un araldo Angelo Nardinocchi  
Roderigo Francesco Pittari  
     
Orchestra Orchestra Filarmonica Salernitana Giuseppe Verdi  
Coro Coro del Teatro dell’Opera di Salerno  
  Coro di voci bianche del Teatro “G. Verdi” di Salerno  
     
  Nuovo allestimento del Teatro “Giuseppe Verdi” di Salerno

Le tinte fosche di un dramma privato che si consuma  sullo sfondo della guerra civile attirano l’attenzione compositiva di Verdi, lungamente stimolata dal librettista Francesco Maria Piave, quando nel 1886 il Tetro La Fenice di Venezia gli commissiona una nuova opera. Il dramma Simon Boccanegra, mai tradotto in italiano, arriva – come già successo con  il Trovatore – dalla penna di Antonio García Gutiérrez  e racconta la vita di Simone Boccanegra, corsaro genovese che nel Trecento riuscì a salire al trono dogale, costellata di eventi tragici che si consumano in  un turbine di passioni subdole, giochi di potere e congiure politiche.
La prima va in scena il 12 marzo del 1857 e l’insuccesso è clamoroso, quasi come quello de La traviata quattro anni prima.
Ventidue anni più tardi, sotto suggerimento dell’editore e amico Ricordi, Verdi riprende in mano la vecchia partitura del Simon Boccanegra, rivolgendosi ad Arrigo Boito per le modifiche da apportare al libretto di Piave. Il primo atto viene completamente rivisto, per il quale Verdi viene ispirato da due lettere di Francesco Petrarca, una indirizzata al Doge di Genova, Boccanegra appunto, e l’altra a quello di Venezia, che condannavano le lotte fratricide tra le due Repubbliche; la lettera di Petrarca dovrà comparire non solo nel testo del libretto, ma anche sulla scena. Con queste e altre modifiche il nuovo Simon Boccanegra va in scena alla Scala di Milano il 24 marzo del 1881. 

Questa voce è stata pubblicata in Musica, Opera e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.